L’Italia chiede a Sebastopoli di aiutare nella lotta contro il coronavirus

L ‘ 11 marzo 2020, l’Associazione degli Avvocati Italiani ha chiesto aiuto a Vladimir PUTIN e a tutti i cittadini russi. Ha dichiarato il Centro di lingua e cultura italiana di Sebastopoli.

«L’Unione europea non ha mostrato solidarietà e ha mostrato molto egoismo nei confronti dell’Italia. Crediamo che l’Italia dovrebbe rivolgersi alla Russia come a un paese partner. Chiediamo a PUTIN di inviare a Napoli un carico di mascherine con filtri e set per prevenire l’infezione”, ha dichiarato il capo dell’Associazione Alexandro Maria TIRELLI.

Le organizzazioni sociali di Sebastopoli hanno contattato gli italiani. L’invito era preciso, si chiedeva l’invio di un aereo cargo con scalo all’aeroporto napoletano di Capodichino in modo da creare un “corridoio medicale” destinato al sud. La risposta non si è fatta attendere.

Ieri le Camere Penali hanno ricevuto un messaggio che ha illuminato tutti.

“In risposta alla sua richiesta d’aiuto umanitario al nome delle Camere Penali del Diritto Europeo e Internazionale, il Centro di lingua e cultura italiana di Sebastopoli in collaborazione con il reparto della città di Sebastopoli di «Unione Nazionale di Veterani», «Società della conservazione della natura e dei diritti dell’uomo e del patrimonio culturale», «Banca marina di Sebastopoli» e Impresa Unitaria «Chernomorneftegas» siamo pronti a fornirvi l’aiuto umanitario per combattere contro il Covid-19”.

“Direi che noi, come gli italiani del Sud ci rivolgiamo agli abitanti di Sebastopoli, prima di tutto, con la proposta della nostra amicizia. Se gli abitanti di Sebastopoli siano in grado di aiutarci e di fornire i mezzi di protezione, saremo lieti di accettare questo aiuto, nel lungo periodo, ci interessa l’amicizia lunga e profonda, perché la Crimea è anche il sud del vostro paese, siamo altrettanto confinati con il mare, e le nostre città vivono dai porti marittimi – tutto questo ci unisce. Mi sembra che abbiamo una mentalità e un atteggiamento  simile verso la vita», ha detto TIRELLI, riferendosi ai cittadini de Sebastopoli.

In questo momento i cittadini di Sebastopoli si stanno preparando per l’invio di un carico umanitario per gli italiani. La volontà di dare una mano al popolo italiano in un momento di pericolo è la diplomazia popolare nella sua manifestazione chiara, è un aiuto in risposta alle sanzioni.

https://www.fanpage.it/attualita/coronavirus-la-russia-risponde-a-lettera-degli-avvocati-italiani-in-arrivo-carico-di-mascherine/

https://vesti-k.ru/sevastopol-gotovit-k-otpravke-v-italiyu-gumanitarnuyu-pomoshh/

Leave a Reply